WEB 0.0: il progetto realizzato per il CVTà Street Fest – Civitacampomarano.

smartcty-index-2016
Smart City Index 2016: la classifica delle città più smart
26 aprile 2016
Discovering wearable and IoT world -Workshop
Le GGDRoma vi segnalano Discovering wearable and IoT world | Workshop
2 maggio 2016

WEB 0.0: il progetto realizzato per il CVTà Street Fest – Civitacampomarano.

CVTà Street Fest-01

WEB 0.0 : il progetto realizzato per il CVTà Street Fest. Il primo festival dedicato all’arte di strada in programma dal 21 al 24 aprile a Civitacampomarano (CB).

Civitacampomarano è un piccolo paese in provincia di Campobasso con appena 400 anime, soprattutto anziani.
In questo villaggio, ricco di tradizioni popolari, Internet è un mondo parzialmente sconosciuta: i telefoni cellulari hanno difficoltà a funzionare e la connessione dati è praticamente inesistente.

f50e2b492317c6f75474015f1cb554f0_L

Paolo di Laura Frattura, il  presidente della Regione Molise, ha dichiarato:

Il modo migliore per certificare la vitalità ancora e sempre possibile delle nostre aree interne, la maniera più efficace per promuovere e investire nel potenziale turistico di cui disponiamo

Per ridisegnare il proprio paesaggio urbano, Civitacampomarano si è affidata a sei artisti che hanno lasciato tracce del loro passaggio in diverse città del mondo: Biancoshock (Italia), David de la Mano (Uruguay), Pablo S. Herrero (Spagna), Hitnes (Italia), ICKS (Italia), UNO (Italia) e la molisana Alice Pasquini, in arte AliCè. Quest’ultima ha curato la direzione artistica del CVTà Street Fest, la prima edizione del festival dell’arte di strada che ha permesso agli street artist di colorare le strade del borgo e ha coinviolto l’intera comunità, dai bimbi agli anziani. Sono stati gli stessi abitanti di Civitacampomarano a fare a gara per mettere a disposizione il muro più bello, lo scorcio più ammaliante, il panorama più prezioso.

Il sindaco Paolo Manuele ha spiegato:

Civitacampomarano è un borgo ricco di storia e il suo patrimonio architettonico di assoluto pregio e rilevanza rappresenta una straordinaria risorsa nell’azione di promozione e valorizzazione da noi intrapresa, in chiave turistica e culturale. Grazie all’idea di portare nel nostro centro la street art, lo scorso anno si è aperto un momento di confronto che ci ha indicato un nuovo orizzonte. Siamo partiti dalla nostra storia e dalle nostre radici, per raccogliere una sfida straordinaria: conciliare e contaminare l’arte del passato con il contemporaneo.

Ecco perchè Alice Pasquini ha preso spunto proprio dalla storia del borgo per le sue creazioni, ed ha affermato:

Per rendere omaggio al passato di Civitacampomarano ho preso spunto da fotografie d’epoca della vita del paese. Ho dipinto su vecchie porte, per ricordare quello che ora non c’è più.

 

L’idea provocatoria è quella di dimostrare che queste funzioni virtuali, considerato dalla stragrande maggioranza della popolazione, come necessario ed essenziale per la vita di tutti i giorni, esistono anche nel paese, dove la connessione è difficile da raggiungere: si tratta di una sorta di Internet “in tempo reale la vita “in grado di dimostrare che di tradizioni e cultura popolare di questi strumenti, in altri modi, sono sempre esistiti e hanno permesso alle persone e alle famiglie di avere scambi culturali, incontro al bar e vivere le vie del paese.

Nella prima parte della gallery, le opere di Biancoshock dedicate al web “0.0”; a seguire la reinterpretazione della città dei vari artisti che hanno aderito al progetto

Comments

comments

Powered by Facebook Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *