Barbie non è più perfetta. Petit, Small e Curvy: questi i nuovi aggettivi.


Warning: Use of undefined constant linklove - assumed 'linklove' (this will throw an Error in a future version of PHP) in /homepages/4/d555859369/htdocs/girlgeekdinnersroma.it/wp-content/plugins/facebook-comments-plugin/class-frontend.php on line 99

Barbie non è più perfetta. Mattel oggi lancia Barbie Petit, Barbie Tall e Barbie Curvy, una bambola con taglie e dimensioni più realistiche.

Una Barbie per tutti: questo è il concetto alla base del lancio della nuova Barbie Fashionistas: 3 nuove corporature, 24 nuovi hairstyle e 22 mix di colore per occhi e capelli, per offrire a ogni bambina la sua bambola, una bambola sempre più vicina alla realtà e sempre più customizzata sui desideri delle bambine.

barbie-non-pefetta-girlgeekdinners04ba

Lanciata oggi da Mattel, con una copertura mediatica curata addirittura dal Time che in un servizio esclusivo ripercorre il progetto #TheDollEvolves dalla sua nascita al lancio delle nuove bambole, la linea è interamente acquistabile online insieme alle nuove Barbie Presidente e Vice Presidente, altro fiore all’occhiello del team Mattel.

La novità più grande riguarda le tre nuove corporature di Barbie, Curvy, Tall e Petite: la bambola più famosa del mondo abbandona le sue forme, irrealistiche e ultracriticate, in favore di un corpo più morbido e più somigliante a quello delle donne vere. Un nuovo passo avanti per la battaglia contro la taglia zero già portata avanti da molti brand di moda

barbie-non-pefetta-girlgeekdinners01

 

Questa Barbie «più umana» con taglie meno da modella e più vicine alla realtà, conquista la copertina di «Time». La bambola icona è fotografata dal giapponese Kenji Aoki, che ne ha catturato l’evoluzione in una serie di foto esclusive. La nuova Barbie rappresenta il cambiamento più rivoluzionario deciso da Mattel nei 57 anni di vita della bambola.

[one_second]

barbie-non-pefetta-girlgeekdinners02

[/one_second] [one_second]

barbie-non-pefetta-girlgeekdinners03

 

[/one_second]

Comments

comments

Powered by Facebook Comments